Per prenotare: +39 347 2601008

mappa_itinerariITINERARIO DEL BORGO

Ad ogni numerino giallo corrisponde una tappa dell’itinerario.

 

 

 

 

 

 


 

content_borgo_entrata1. ENTRATA NEL BORGO

Nella porta, in stile romanico, aperta sulle mura del 1160, è visibile l’arco diminuito in due volte successive. Entrando, al di sopra della porta, si trova l’iscrizione “Colonia Ianuensis 1113”. A sinistra, in basso, si notano tre misure in marmo per granaglie e vino, d’incerta collocazione. Sul muro sovrastante, lo stemma originale di Porto Venere: Tre Torri disposte simmetricamente lungo un pendio roccioso, che oggi rappresentano lo stemma del nostro Comune.


 

content_borgo_torre_capitolare2. TORRE CAPITOLARE

Situata a sinistra della porta d’ingresso a via G. Capellini. Essa è caratterizzata da un paramento murario a bugnato rustico con conci appena sbozzati, ingentilito nei primi piani da bifore e trifore.che oggi rappresentano lo stemma del nostro Comune.

 


 

content_borgo_affresco_14943. AFFRESCO DEL 1494

Sopra alla porta, nella parte interna, si vede in alto, in una grande edicola, un affresco quattrocentesco raffigurante la “Madonna Bianca”, patrona del paese. Questo affresco fu scoperto nel 1896 ed ha subito numerosi restauri a partire dal primo, avvenuto nel 1929.

 


 

content_borgo_carugio_cappellini4. CARUGIO O VIA G.CAPELLINI

Questa è la via principale e, nel suo complesso, rappresenta un tipico avanzo del passato, con caratteristiche che ne fanno un resto monumentale, degno di essere tramandato nella sua integrità.

 

 


 

content_borgo_scalinate5. CARUGIO O VIA G.CAPELLINI
SCALINATE

Sulla destra, entrando nel carugio, si apre la “Salita al Castello”. Sempre sulla destra, si aprono tre scalinate che portano al paese alto [“da d’auto” (in alto) secondo il termine dialettale].

 

 


 

content_borgo_capitoli6. I CAPITOLI

Inoltrandosi nel carugio, sulla sinistra si incontrano due caratteristiche scalinate a volta, dette del I° e del II° Capitolo. Anticamente queste scalinate permettevano l’accesso alla scogliera che cingeva le case-fortezza, mentre oggi conducono alla “Calata” sulla quale si svolge gran parte dell’attività marinara e turistica.

 

 


 

content_borgo_piazza_centinaro7. PIAZZA P. CENTINARO
A

metà carugio, la splendida piazzetta dedicata a P. Centinaro, un benefattore locale, con la fontana costruita sopra la “Cisterna Pubblica”, fatta edificare dai genovesi per raccogliere le acque piovane dai tetti.

 

 


 

content_borgo_p_spallanzani8. PIAZZA SPALLANZANI

Dove sorgeva il vecchio centro pre-romano del “Castrum Vetus”. L’attuale piazza è dedicata al naturalista e biologo L. Spallanzani (1729-1799) che fece una lunga permanenza a Porto Venere nel 1783, durante la quale, approfondì gli studi sulla stratigrafia del territorio locale.

 


 

content_borgo_s_pietro9. CHIESA S. PIETRO

Secondo gli studi di qualche archeologo, nel periodo del paganesimo vi fu un tempio eretto, forse, a Venere Ericina (da ciò, si dice il nome di Portus Veneris), trasformato, poi, ai primordi del Cristianesimo, in tempio cristiano. Nel 1256, i Genovesi per gratitudine ai coloni portoveneresi che contribuirono alla espugnazione del Castello di Lerici, decisero di innalzare la chiesa di S. Pietro sui resti del tempio paleocristiano preesistente, seguendo il modello della nuova architettura detta del gotico-genovese.

 


 

content_borgo_s_lorenzo10. CHIESA S. LORENZO

Con la facciata romanica, costruita dai famosi Magistri Antelami tra il 1116 ed il 1130. In 868 anni dalla sua apertura al culto, San Lorenzo ha mantenuto l’ancestrale struttura a tre navate con arcate a tutto sesto, portate su colonne in pietra nera, alcune sostituite nel 1582 da colonne in marmo bianco di Carrara.

 


 

content_borgo_castello_doria11. IL CASTELLO

Fatto costruire dai genovesi nel 1161, è di origine pre-genovese. Il corpo più alto del Castello, con la sua porta monumentale che da accesso alla cortina-baluardo e la grande sala “ipostila” a pianta rettangolare, appartengono al periodo della ricostruzione del 1458.

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Maggiori informazioni

Cookies Privacy Policy
Il sito web del Ristorante Pizzeria Il Timone, con sede in 19025 Portovenere (SP), in Via Olivo, 29 - Titolare, ex art. 28 d. lgs. 196/03, del trattamento dei Suoi dati personali, La rimanda alla presente Policy sui Cookies. In relazione ai suddetti trattamenti il Titolare fornisce, tra l’altro, le seguenti informazioni.
La presente policy sui Cookies (“Cookies Privacy Policy”) deve essere letta insieme alla Privacy Policy consultabile, in un documento separato, nella sezione Privacy presente in home page all’indirizzo internet www.pizzeriailtimone.it. Detta Cookies Privacy Policy ha come finalità quella di descrivere le varie tipologie di Cookies e le tecnologie usate sul sito web di Cheli Antonella per descrivere le modalità e le condizioni di utilizzo degli stessi.
Questo documento contiene le seguenti informazioni:
Cosa sono i Cookies.
Tipologie di Cookies.
Cookies di terze parti.
Privacy e Sicurezza sui Cookies.
Altre minacce basate sui Cookies.
Cookies sul sito de Il Timone.
1. Cosa sono i Cookies.
I Cookies sono dei piccoli file di testo che i siti visitati dall’utente inviano al dispositivo (solitamente al browser). Essi sono memorizzati nella corrispondente cartella del browser mentre l’utente è intento a visitare un sito web, per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alle visite successive. Sono utilizzati con lo scopo di migliorare la navigazione, (il protocollo http è stateless e non riesce a “ricordare” l’utente autenticato che sfoglia le pagine), salvare delle preferenze utente già inserite (username, password, ecc.), tracciare i gusti e le preferenze dell’utente permettendo di poter gestire la presenza o meno di iniziative di marketing mirate o l’erogazione di servizi connessi all’attività del Titolare come newsletter, dem, ecc. Qualora fossero poste delle limitazioni al loro utilizzo, queste avranno sicuramente effetti sullo stato dell’utente durante la consultazione. Il blocco o la rimozione di essi della cache del browser potrebbero causare una incompleta fruizione dei servizi offerti dall’applicativo web.
2. Tipologie di Cookies.
I Cookies di sessione sono Cookies temporanei, che si limitano ad “esistere” per tutta la durata della sessione d’uso dell’utente; quando viene chiuso il browser, detti Cookies vengono eliminati. Sono in genere utilizzati per identificare gli utenti quando accedono ad un sito, per ricordare l’utente e le sue preferenze nel passaggio fra le pagine del sito, per fornirgli informazioni specifiche raccolte in precedenza. L’esempio più comune di questa funzionalità è la funzionalità del carrello di un sito di e-commerce. Per esempio, quando si visita una pagina di un catalogo e di selezione di alcune voci, il Cookie di sessione ricorda la selezione in modo che in un carrello di spesa virtuale gli elementi rimangano selezionati quando si è pronti per l’operazione di checkout. Senza di Cookie di sessione, se l’utente facesse click su checkout, la nuova pagina non potrebbe riconosce le attività passate nelle pagine precedenti e il carrello resterebbe sempre vuoto.
I Cookies persistenti rimangono attivi anche dopo la chiusura del browser e aiutano siti a ricordare i dati e le impostazioni utente per una successiva consultazione. Questo permette un accesso più veloce e più conveniente in termini di tempo dal momento che non è necessario effettuare nuovamente l’accesso. Oltre all’autenticazione, altre funzionalità del sito web sono rese possibili e comprendono: la selezione della lingua, la selezione del tema, le preferenze del menu, i segnalibri o preferiti e molti altri. Durante la visita l’utente seleziona le proprie preferenze ed esse saranno ricordate attraverso l’uso del Cookie persistente durante la visita successiva.
3. Cookies di terze parti.
Esistono varie tipologie di Cookies, alcuni di essi sono definiti di terze parti. Essi sono utilizzati, ad esempio, da parte del sito che per primo il visitatore ha scelto e che contiene annunci provenienti da un altro server o sito web di terza parte. Operativamente il browser raccoglie le informazioni alimentate da fonti differenti in modo che tutti gli elementi siano visualizzati sulla stessa pagina creando così un Cookie nella cartella del browser corrispondente. Tutti questi Cookies possono essere rimossi direttamente dalle impostazioni browser oppure è possibile bloccarne la creazione. In quest’ultimo caso alcuni servizi del sito potrebbero non funzionare come previsto e potrebbe non essere possibile accedere o addirittura, non avendo più il Cookie associato, perdere le preferenze dell’utente: in questo modo le informazioni verrebbero visualizzate nella forma locale sbagliata o potrebbero non essere disponibili.
Web Beacon: detti anche “tracking pixel”, “gif 1×1”, “gif a pixel singolo”, “pixel tag” o “action tag” sono delle immagini grafiche, che in genere non superano le dimensioni di 1 pixel x 1 pixel che vengono utilizzate con lo scopo di raccogliere informazioni anonime sulle modalità di utilizzo di un sito ad opera degli utenti e per offrire contenuti personalizzati. Permettono inoltre di identificare i tipi di browser e le parole inserite nei motori di ricerca dai visitatori usate per raggiungere il sito. I Web Beacon presenti nelle comunicazioni e-mail consentono di sapere se un utente ha ricevuto, aperto o cliccato a dei collegamenti forniti con la e-mail ricevuta.
Cookies Flash o Local shared objects (LSOs): i siti web possono utilizzare dei contenuti Flash, esposti nelle loro pagine, per memorizzare alcune informazioni sul dispositivo. Come per i Cookies HTTP, oggetti condivisi locali possono essere utilizzati dai siti web per raccogliere informazioni sui percorsi intrapresi dagli utenti in merito alla navigazione fra i siti web. Le banche online e gli inserzionisti possono utilizzare oggetti locali condivisi per scopi di monitoraggio.
Functionality Cookies: sono marcatori che ricordano scelte dell’utente e quindi automatizzano alcune procedure o permettono di personalizzazione l’esperienza utente (es. permettono di non far apparire banner pubblicitari in overlay).
Google Analytics: è un servizio offerto da Google Inc. che genera statistiche dettagliate sul traffico di un sito web e le sorgenti di traffico. È il servizio di statistiche più utilizzato. Google Analytics può monitorare i visitatori provenienti da tutti i link esterni al sito, tra cui i motori di ricerca e social network, visite dirette e siti di riferimento. Visualizza anche la pubblicità, pay-per-click, e-mail marketing e collegamenti all’interno dei documenti PDF.
È possibile accedere all’informativa all’indirizzo:
http://www.google.it/analytics/learn/privacy.html.

Chiudi